Il fenomeno dello “Zoombombing” è sempre più frequente, docenti fate attenzione!

La Dad, o meglio conosciuta come “Didattica a distanza” ogni giorno regna sovrana all’interno delle scuole, in modo particolare nelle scuole secondarie di secondo grado, a causa della pandemia docenti e alunni hanno affrontato con molto coraggio questo nuovo tipo di didattica che fino ad adesso sembrava sconosciuta. Sembra tutto molto semplice, accendiamo il computer, inseriamo il link della riunione e siamo dentro, ma spesso non è così semplice. Quindi oggi andremo a scoprire il fenomeno dello “Zoombombing”, e daremo una mano ai docenti per rimediare e assicurare ai propri ragazzi una lezione on-line “sicura”.

Alcuni consigli importanti per docenti e alunni!

Prima dei consigli però vi riassumiamo in modo pratico il significato della parola stessa. Zoombombing è un sinonimo di “disturbo”, ma in ambito delle riunioni on-line, il fenomeno accade appunto durante le lezioni, e consiste nel entrare in una riunione qualsiasi, mettendo dei suoni o delle frasi poco consoni in chat, oppure nel viso dell’insegnante o dell’alunno chiamato in causa. Un esempio è attivare dei filtri all’insegnante in modo di deriderlo di fronte alla classe stessa, che in quel momento sta seguendo le lezioni in modo ufficiale come in presenza.

Fatta la premessa iniziale andiamo a vedere quali sono i consigli da parte nostra

  • Condividete il link della lezioni ai ragazzi della classe chiamata in causa, e non fornitelo per esempio ad altri utenti o alunni al di fuori della classe, in modo tale da evitare un’irruzione illegale durante la riunione
  • è fondamentale conoscere tutte le regole riguardanti l’aspetto privacy di Meet o di Zoom
  • Attiva l’opzione password per accedere alla lezione, che però dovrai fornire agli alunni interessati
  • State molto attenti, non date dei permessi di modifica a nessuno, neanche agli alunni che potrebbero essere maleducati nei confronti vostri e della classe
  • In caso di ZoomBombing non uscite tempestivamente dalla lezione, ma eliminate la persona indesiderata e rassicurate i ragazzi, per sicurezza potrete avvisarli e cambiare il link della lezione, in modo tale che colui che tenta di entrare illegalmente non diffonda il link online

Prima di concludere invece ci rivolgiamo ai ragazzi che stanno leggendo l’articolo. Ragazzi, se capita questo imprevisto siate vicini all’insegnante, dategli una mano nel “disinnescare” questa “bomba”, non lasciatelo da solo, non siate egoisti e non ridete, perché la stessa situazione potrebbe accadere a voi in qualsiasi circostanza. Quindi contiamo su di voi ragazzi, siate solidali nei confronti dei vostri insegnanti, che magari poi vi danno anche  una ricompensa!!!

Ecco i migliori computer da acquistare nel 2021

Gamer Master

Il portale per gli appassionati di videogames. Le ultime news dal mondo dei gamer. Segui anche il nostro canale youtube

Potrebbero interessarti anche...