Pif-Inter: cosa c’è di vero nella trattativa? Fonti vicine al fondo stanno smentendo

Ieri sera intorno alle 23:00 è scoppiata una nuova bomba he riguarda una presunta trattativa tra l’Inter e il fondo Pif, telenovela che sta proseguendo ormai da mesi e che a quanto pare non si riesce a terminare. Intorno al 19 novembre sembrava ormai tutto fatto, addirittura era stato già scelto un nuovo presidente per la società nerazzurra, ovvero Karl-Heinze Rummenigge, ma poi si è rivelata una bufala, come d’altronde siamo abituati ultimamente soprattutto su questa trattativa. Come detto prima ieri in tarda serata il giornale americano International Business Time che negli Stati Uniti ha un’ottima credibilità, ha dichiarato che nei giorni a seguire Bin Salman (proprietario fondo pif) avrebbe già consegnato i documenti necessari per il passaggio di proprietà della società milanese, dunque avrebbe avuto già il volo programmato per giungere nella sede di Viale della Libertà. D’altro canto Zhang Jindong proprio ieri aveva rassicurato tifosi e dipendenti che la sua situazione economica stava progressivamente migliorando e dunque i debiti diminuiscono sempre di più, infatti prontamente non appena è giunta la notizia all’attuale presidente dell’Inter pare che lui abbia smentito questa voce, ma la cosa intrigante è che fino ad ora non. lo ha fatto pubblicamente, a quanto pare lo sta cercando di fare tramite componenti della società autorizzati, questo porta dunque ad una piccola possibilità che il fondo Pif sia davvero interessato all’Inter. Il giornale americano prosegue dicendo: “nei prossimi giorni verrà dato un annuncio, con i nerazzurri che dovrebbero essere acquisiti per un sorprendente 1 miliardo di dollari (circa 900 milioni di euro) con PIF che sarà il maggiore azionista del Club. PIF è uno dei più grandi fondi sovrani con circa 400 miliardi di dollari in gestione e investimenti in 13 settori. Il motivo principale dietro la vendita della squadra è la sua difficoltà finanziaria, è noto che i proprietari cinesi, il gruppo Suning Holdings che ha acquisito la squadra di calcio nel giugno 2016 sono alla ricerca attiva di un investitore che si unisca a loro dal 2019 per assorbire parte della pressione”. Dopo questa scossa però Suning  rimarrà comunque a disposizione per la vendita del club, perché oltre a Pif sono interessati vari fondi provenienti proprio dall’America, un fondo interessato per esempio è Oaktree che è già socio di minoranza del club, ma vorrebbe espandere ulteriormente i loro confini ed acquisire un ulteriore maggioranza del club nerazzurro. L’asso nella manica di Zhang è stato avere l’ok per la costruzione del nuovo stadio, che pare stia facendo interessare ancora più società e fondi per l’acquisto dell’Inter, infatti il nuovo progetto è nel mirino di tanti imprenditori che di conseguenza hanno un’occhio particolare per i neo campioni d’Italia, anche perché i cugini rossoneri vantano di una stabilità economica notevole.

Adesso è necessario attendere nuove comunicazioni da parte di Pif e dell’Inter che per il momento non stanno parlando più di tanto, quindi aspettiamo nuove comunicazioni. Vi aggiorneremo immediatamente in caso ci siano importanti novità.

Vi invitiamo carissimi lettori a seguirci su google news aggiungendo il nostro magazine tra i preferiti, così da non perdere tutti gli articoli pubblicati, riceverete una notifica in tempo reale al momento dell’uscita della news, mi raccomando ragazzi contiamo davvero su di voi, seguiteci su Google News!

 

Gamer Master

Il portale per gli appassionati di videogames. Le ultime news dal mondo dei gamer. Segui anche il nostro canale youtube

Potrebbero interessarti anche...